Foto Rosetta marzo 2017

Foto Rosetta marzo 2017
Primavera ad Ampezzo

venerdì 10 giugno 2011

Amarene sciroppate

Nonna aveva nel suo orto una bella pianta di amarene e ogni anno le conservava con questo sistema, io ho la fortuna di avere amici in Friuli che hanno le piante, così qualche cosa mi arriva e riesco a conservarle anch’io con il vecchio sistema della nonna.
Quelle della Fabbri non vengono corteggiate … ma appena apro le mie, chissà perché volano più veloci della luce. ^___^
AMARENE SCIROPPATE
La vecchia ricetta della nonna che gira e rigira è sempre uguale.

Peso indicativo
1 kg di amarene snocciolate
1 kg di zucchero

Lavare accuratamente le amarene, sgrondarle e asciugarle molto bene con gli strofinacci da cucina.
Snocciolare le amarene, avendo l’accortezza di far cadere il loro succo nella bacinella nella quale porrete i frutti snocciolati.
Pesare le amarene pulite col loro liquido e pesare la stessa quantità di zucchero.
Mescolarli insieme e invasare in barattoli correttamente sterilizzati.
Chiudere ermeticamente e mettere il o i vasi al sole per 40 giorni.
Capovolgere i vasi una volta al giorno per dar modo allo zucchero di sciogliersi e di notte ritirarli tenendoli riparati e al caldo.

*** per Natale sono prontissime … se non sono state intaccate prima ^___^

14 commenti:

franca ha detto...

wow questa me la copio e le faccio domani stesso,grazie per la ricetta :)

Lilly ha detto...

No, no io per le amarene faccio pazzie.Avere le amarene a Natale mi piace molto.

T. Tiziana ha detto...

voglio anche io le amareneeee!!
Chissà dove potrei trovarle...:(
Grazie per la ricetta, l'ho salvata. Sai che per me quelle delle nonne son le più preziose.
Con nulla facevano miracoli, si inventavano piatti deliziosi..che donne!
Ciaoo

Stefania ha detto...

Rosetta eccomi da te tra corse dietro i corrieri, spesa fatta a metà e cena posso mettermi a leggere solamente ora. Ho appuntato tutto e domani mi metto al lavoro, di amarene i miei genitori hanno 7 piante per cui e me ne hanno date un bel sacchettone. Ti terrò informata su come vengono.
Mandi

Rosetta ha detto...

Sono contenta Franca buon lavoro.
Mandi e buon fine settimana

Rosetta ha detto...

Anch'io Lilly faccio pazzie per le amarene, ma dai miei giganti me le faccio mettere nella parte più alta della madia, così non ci arrivo a pizzicarle ^__^
Buon fine settimana.
Mandi

Rosetta ha detto...

E sì Tiziana, che donne le nonne !
altri tempi, poche frignacciate e tanta tanta voglia di fare per la casa e la famiglia.
Ma lì da te non ci sono piante di amarene ? strano, è una pianta che cresce bene dove abiti.
Buon fine settimana Mandi

Rosetta ha detto...

Bene Stefania, divertiti, vedrai che ti daranno un'ottima resa.
Una raccomandazione ... ma tu la sai già, è quella di sterilizzare bene i vasi.
Si conservano a lungo perchè lo zucchero, come il sale, è un ottimo conservante.
Buon lavoro e buon fine settimana.
Mandi

germana ha detto...

Non ho amicim con le piante di amarene, però questa ricetta l'archivio lo stesso, non si sa mai...
Mandi mandi

Rosetta ha detto...

Ciao Germana, questa è una ricetta che va bene anche per le ciliegie rosse e ben mature.
Mandi e buona domenica

anna ha detto...

Che invidia !!! (quella buona ^-^!)
Anch'io voglio gli amici con gli alberi di amarene o ciliege ;-))
Bella e facile la ricetta, tutto al naturale: sole e pazienza umana.
Baci

amichecuoche ha detto...

non le ho mai preparate. Ho sempre privilegiato la confettura... ma quasi quasi quest'anno ci provo! Sembra una ricetta semplice! mandi ;)

Rosetta ha detto...

E' vero Anna,sole e pazaienza ... il sole è un dono della natura e di pazienza le nostre nonne ne avevano tanta tanta.
Buona domenica
Mandi

Rosetta ha detto...

Amichecuoche, questa preparazione è più versatile della confettura, queste amarene si possono mettere sul gelato, sulle torte e in ogni preparazione che richiede un minimo di guarnizione.
Buona domenica anche a voi.
Mandi