Foto mia

Foto mia
Lavoro amigurumi eseguito dalla mia amica di Ampezzo, Alda Varnerin. Ha mani veramente d'oro, i suoi lavori sono sempre precisi.

giovedì 10 maggio 2012

Pesto di sclopit

 Silene, qui lo chiamano : par talian
sclopitt, lo dicono par cjarniel
grisulò, lo dicono chei di For di sòra
Tutti termini dialettali per indicare un'erba meravigliosa usata abbondantemente dai nostri avi



Queste arrivano da forni, sono foglioline tenere e meravigliose, ma non le devo assaggiare così (nature), perchè sono meglio delle ciliegie.



Questo è il pesto che ho preparato, splendido anche su un pezzetto di pane.


PESTO di SCLOPIT
erano pochi 

70 g foglie e cimette di sclopit
30 g formaggio montasio stagionato grattugiato
1 piccolo spicchio di aglio
pepe macinato al momento
sale affumicato di danimarca (grosso)
olio ex v di oliva

Inserire tutto nel tritatutto, L'olio inserirlo a filo sino a formare una crema omogenea.
Io ho condito delle taglietelle freschissime fatte da muà ... la mia amica Maria ha condito del riso lessato e ha detto che il riso le è piaciuto più che non il risotto che fa di solito ... (forse perchè in cottura le foglioline degli sclopit perdono il loro sapore).

*****Per apprezzare la bontà del silene bisogna coglierlo per tempo, ossia
prima che il germoglio prenda a indurire.
Pur se poco usata come pianta commestibile, è una delle erbe spontanee più prelibate, dal sapore delicato e i  teneri germogli si raccolgono in primavera a una lunghezza di 5-6 cm
La spiccatura non rovina la piantina che rigermoglia con facilità ed in continuazione. 
Trovata la giusta fonte per i propri rifornimenti, è bene ricordare il luogo e non estirparla in modo di avere sempre verdura fresca.
Utilizzato per risotti, frittate e se si desidera come verdura cotta è bene
condirla con poco olio ottimo e pochissimo sale.
Niente aceto, soffocherebbe la delicatezza del sapore del silene.

Questa foto non è mia è del web

Questa foto non è mia è del web

8 commenti:

bilibina ha detto...

Ciao Rosetta, conosco la pianta ma non l'ho mai assaggiata..il tuo pesto mi ha incuriosito, purtroppo nelle mie zone è impossibile procurarsi le foglioline..
A presto
Carmen

Solema ha detto...

Buono lo sclupit,originale il pesto, fino ad ora l'avevo usato solo per il risotto!!! Buon fine settimana e buona festa della mamma!!!

la belle auberge ha detto...

ciao, Rosetta! ottima l'idea del pesto di silene; al prossimo giro lo faccio anch'io, poi ti sapro' dire.
Un abbraccio

Rosetta ha detto...

Ciao Carmen, peccato che tu non possa procurarti le cimette e le foglie di Silene, sono veramente ottime.
Buon fine settimana.
Mandi

Rosetta ha detto...

Ciao Solema, il pesto di sclopit fatto solo con formaggio è ottimo da aggiungere sia al risotto che alla pasta, meraviglioso spalmato sul pane o su un'anemica bistecchina di pollo.
Se lo cuoci nel risotto si riduce a nulla ... unito a fine cottura è meraviglioso.
Buona festa della mamma anche a te.
Mandi

Rosetta ha detto...

Ciao Eugenia, se lo fai, fallo semplice senza pinoli o altro, messo a crudo sulla pasta o sul riso è meglio che neanche il silene cotto.
Un abbraccio e buona festa di mamma anche a te.
Mandi

edvige ha detto...

Ho trovato lo sclopit una volta sola e...si buono ma io non ho pazienza di pulirlo :(( e quindi non l'ho più cercato. Buona giornata

LISA51 ha detto...

Ciao,premettoche è la prima volta che sento parlare di questa erba ;se tu ce la presenti in questa veste,vuol dire che merita.Solo che ,non si puo' restarne senza,puoi consigliarmi dove è possibile trovarla?.Grazie,Lisa.
PS.Auguri per la festa della Mamma.