2017

2017
Foto mia - Sauris UD dicembre 2014

giovedì 4 giugno 2015

Ricotta di capra al forno



La ricotta non può essere considerata un formaggio, poiché non è ottenuta dal latte, bensì dal sottoprodotto della produzione del formaggio, il siero del latte.
La ricotta è un prodotto molto variabile come caratteristiche e valori nutrizionali perché può essere preparata con aggiunta di latte o panna, è un latticino magro, fresco, a pasta molle.
Si mangia a tavola, ma viene usato anche per le paste ripiene e le creme dolci.
La ricotta prodotta negli alpeggi durante i mesi estivi a volte viene estratta dalla caldaia e messa su rametti di faggio o di carpino intrecciati che concedono al prodotto particolari aromi.


RICOTTA di CAPRA al FORNO

1 piccola ricotta di capra
foglie di maggiorana
foglie di tipo
foglie di erba cedrina o erba luisa
1 spicchio di aglio
sale  pepe
olio 2 cucchiaini

Mettere un foglio di carta da forno bagnata e strizzata in una piccola pirofila di ceramica.
Versare sopra l'olio.
Salare, pepare e spolverare con le erbe aromatiche ben tritate.
L'aglio tagliarlo a fette e posarlo attorno alla ricotta.
Cuocere in forno caldo a 200° sino a farla dorare. In cottura si deve asciugare tutto il siero che ancora contiene.
Accompagnata con pomodori era da sballo.



Da sinistra a destra ... maggiorana - timo - erba cedrina o erba Luisa






6 commenti:

Sabrina Rabbia ha detto...

delicata, sana e saporita, brava!!!!Baci Sabry

Rosetta ha detto...

Grazie Sabrina, ideale per questo periodo caldo ... devo solo provare con il microonde, in ogni caso è ottima con una fresca insalata fresca che ora troviamo in abbondanza.
Buona giornata
Mandi

simona gentile ha detto...

Rosetta!!!che buona e che profumino!
un bacione
simona

andreea manoliu ha detto...

L'hai resa molto profumata e gustosa con tutte quelle erbe aromatiche. Molto buona !

Rosetta ha detto...

Ciao Simona, ho voluto provare e sinceramente non sono rimasta delusa.
Buon pomeriggio
Mandi

Rosetta ha detto...

Ciao Andreea, era veramente profumata, la prossima volta la faccio dolce, voglio vedere cosa mi esce.
Nuon pomeriggio
Mandi